SEGEST - Società di comunicazione e relazioni pubbliche

Comunicazione ambientale: scenari e prospettive


Inoltra

L’attenzione verso l’ambiente e l’interesse che questa tematica suscita è in continua crescita. Ferpi propone una riflessione ragionata su fonti e risorse documentali disponibili in un’area dedicata del sito. Ne ha parlato Paolo Bruschi, Presidente di Segest spa su Ferpi.it in qualità di Delegato alla Comunicazione Ambientale all’interno del Consiglio Direttivo di Ferpi.

 

Da qualche mese la sezione “Attività” del sito web di Ferpi si è arricchita di una nuova area dedicata alla Comunicazione ambientale: sono presentate organicamente fonti e risorse sul tema.  
Paolo, da cosa nasce l’idea di questa nuova area del sito?

In questi anni, lavorando a progetti anche tra loro molto diversi, ci siamo accorti che spesso erano accomunati dal concetto dell’ambiente; la comunicazione ambientale è una materia così ampia e sfuggente da essere di difficile inquadramento a volte anche per gli addetti ai lavori. Infatti l’ambiente circonda in modo pervasivo la nostra vita: fare comunicazione ambientale non significa solo informare i cittadini su come si fa la raccolta differenziata o educare al risparmio energetico, ma affrontare anche situazioni complesse che hanno a che fare con la salute pubblica e la qualità della vita.

Cosa contiene l’area “Comunicazione Ambientale”?

È una presentazione generale di questa tematica, corredata da alcuni elementi come una bibliografia e una serie di link per consentire a tutti coloro che fossero interessati di approfondire l’argomento e di esplorarlo in molte delle sue sfaccettature. Non vorremo concepire quest’area come un luogo esauriente, ma come un punto di partenza, uno spazio a disposizione di tutti anche per segnalare le novità e offrire idee e contributi.

In che senso?

Anche in questo caso la comunicazione è in divenire costante. Ogni giorno vengono pubblicate notizie e articoli, nonché testi che possono realmente dare nuovi impulsi a questa disciplina, senza contare ciò che la rete inventa ogni giorno. Per questo invitiamo tutti a segnalarci idee e proposte, per colmare eventuali lacune e per rendere questo spazio sempre più vivace e attuale, visto che interessa in modo trasversale tutta l’associazione.

Quali altri progetti sono in cantiere su questo argomento?

Stiamo organizzando per la primavera un seminario sulla comunicazione ambientale: si tratta di una occasione di formazione “di base”, per tutti coloro che desiderano avere un primo inquadramento sull’argomento, siano essi professionisti che studenti.

Quali sono gli obiettivi che vi siete preposti?

Con queste iniziative vorremo contribuire ad accrescere ancora di più all’interno di Ferpi la sensibilità per l’ambiente, una sensibilità che caratterizza Segest sin dal 2006 quando abbiamo ottenuto – primi in Italia come società di relazioni pubbliche – la certificazione ambientale UNI ISO 14001, che è il tentativo di avere una attenzione speciale al mondo in cui viviamo.